LA STORIA

UNA LUNGA TRADIZIONE DI FAMIGLIA

Nel 1860, Eleonora e Giovanni de Lutiis,  piccoli produttori di vino sfuso, erigono a Tocco Da  Casauria, lungo il corso principale del paese, un meraviglioso palazzo caratterizzato da un’ampia ed ariosa cantina  sotterranea, destinata all’invecchiamento di  bottiglie con annate particolari che venivano regalate agli amici o  stappate in occasioni  speciali.
La produzione di vino sfuso continuerà con l’erede Carolina, la quale insieme a sua figlia Nunziatina ed al genero Virgilio Guardiani, stamperanno la prima etichetta nel 1930. L’attività  di famiglia continua e nel 1974, il figlio Domenico Guardiani insieme alla moglie Maria Farchione, imbottigliano la prima etichetta di Montepulciano d’Abruzzo a marchio TENUTA DEL CEPPETE il cui nome identifica il territorio di appartenenza del prodotto.
Conducono l’Azienda con convinzione ed entusiasmo e riescono a trasferire la stessa tenace volontà al figlio Paolo, che affiancato dalla moglie Stefania, gestisce con la stessa convinzione ed identico entusiasmo un’attività storica che si tramanda di padre in figlio  per la  quarta generazione.
La sede è sempre la stessa, nel palazzo storico della famiglia Guardiani.
La meravigliosa e suggestiva cantina  tutta ovattata nel tufo e scavata nella pietra, non solo è l’ambiente ideale per l’invecchiamento dei vini ma è soprattutto meta apprezzata e gradita  da turisti che possono ammirarne le bellezze architettoniche.

Il territorio

Nascono sulle colline più belle della Val Pescara i vini e l’olio dell’Azienda Guardiani Farchione; nel territorio di Tocco da Casauria, tra l’Abbazia di san Clemente e le pendici della Maiella, un’area che, grazie alle caratteristiche climatiche e del terreno

clicca per vedere la pagina completa

La cantina

La meravigliosa e suggestiva cantina, ovattata nelle pareti di tufo e scavata nella pietra è l’ambiente ideale per la conservazione e l’invecchiamento di circa 2000 ettolitri di vino che riposano ad una temperatura di 18° C, costante in tutte le stagioni

clicca per vedere la pagina completa

Translate »